Da Il Gazzettino del 15 novembre 2008

Apre oggi la struttura dedicata ai bambini che presentano disturbi comportamentali

Bambini e ragazzi iperattivi, scontrosi, svogliati, inconcludenti, sempre in movimento, gestibili con difficoltà, insoddisfacenti nello studio: corre in aiuto “Archimede”, il primo centro diurno del Veneto dedicato all’infanzia con disturbi da deficit attentivo-iperattivo, difficoltà scolastiche e problemi associati che verrà inaugurato oggi a Torri di Quartesolo.

Promotrice è l’Assp, “Associazione servizi sociali e sicurezza per Padova” che dal 2002 si batte per sostenere l’infanzia affetta da disturbi comportamentali: dallo sforzo e dall’impegno della presidente Lauretta Furlan e dei suoi duecento associati nasce dunque “Archimede” che, con il dottor Dino Maschietto dell’Ulss 10 di San Donà di Piave come supervisor, offrirà ai giovani pazienti e alle loro famiglie un aiuto concreto mettendo a disposizione dalla mattina alla sera un’équipe multidisciplinare formata da psicologi ed educatori.

L’esperienza è pilota, innovativa e sperimentale, la prima nel Veneto. «Da tempo abbiamo abbracciato un progetto di grande interesse sanitario e sociale: si tratta – illustra Furlan – di una campagna di informazione e sostegno ai bambini affetti da Adhd, disturbo da deficit di attenzione e iperattività che si manifesta nel 4\% dei bambini veneti in età scolare. Un disturbo difficile da riconoscere come tale e che va invece affrontato dalla famiglia, dalle organizzazioni scolastiche e sanitarie con grande attenzione. Ora la nostra campagna informativa sfocia in questa realizzazione, importante non solo per noi ma anche per i tanti bambini e i loro genitori che vivono le difficoltà quotidiane nella gestione di un disturbo che richiede competenza professionale e, parimenti, vicinanza umana. Il nostro Centro vorrà essere proprio questo: una mano tesa verso quanti cercano un aiuto per vivere più serenamente insieme ai propri figli».

Il Disturbo di attenzione con iperattività (Ddai o, nell’acronimo anglosassone Adhd) è un deficit evolutivo dell’autocontrollo di origine neuropsicologica che interferisce con il normale sviluppo psicologico del bambino e compromette lo svolgimento delle comuni attività quotidiane quali andare a scuola, giocare con i coetanei, rispettare le comuni regole familiari e sociali. I sintomi: difficoltà di attenzione e concentrazione, incapacità a controllare l’impulsività e difficoltà nel gestire e controllare il livello di attività motoria. Il bambino, quindi, fatica a regolare il proprio comportamento in funzione del trascorrere del tempo, degli obiettivi da raggiungere e delle richieste dell’ambiente. Info: 335.1284061; www.cdarchimede.it

da “Il Gazzettino” del 15/11/2008
[ F.Capp. ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.