TEACHER TRAINING PER L’ADHD E I DISTURBI DIROMPENTI DEL COMPORTAMENTO

Un percorso di intervento nella formazione professionale

“Non ho mai insegnato nulla ai miei studenti; ho solo cercato di metterli nelle condizioni migliori per imparare”

(Albert Einstein)

 

L’adolescenza è quella fase del ciclo vitale dell’essere umano in cui si verifica la transizione dallo stato del bambino a quello dell’adulto. Spesso capita che quel ragazzo che un attimo prima è un bambino, vede improvvisamente cambiare il suo corpo e la sua mente, può sentirsi disorientato, confuso, spaventato e insoddisfatto di ciò che accade, o semplicemente ancora poco attrezzato per affrontarlo. Quel ragazzo che nel mettere alla prova le sue risorse non è ancora consapevole dei suoi limiti, e quindi fa degli errori, si mette in pericolo, confonde e spaventa chi ancora si prende cura di lui come se fosse un bambino.

L’adolescenza non è quindi solo una sfida per i giovani ma anche per le loro figure di riferimentocome gli insegnanti, che per la particolare attenzione che questi studenti richiedono, provano frustrazione per non riuscire ad aiutarli e disagio nel condurre le lezioni.
L’obiettivo delle proposte di formazione e dell’intervento a scuola è quello di migliorare la qualità della vita scolastica di insegnanti e studenti. La scuola è il luogo principale in cui si sviluppano occasioni di crescita individuale e si promuovono relazioni interpersonali. Essa come Istituzione nasce e si caratterizza per il raggiungimento di obiettivi formativi centrati sullo studente, inteso come soggetto attivo della sua educazione.

Proprio per la complessità e l’importanza di queste dinamiche evolutive, i docenti devono essere supportati nelle loro funzioni educative, mediante strategie d’intervento concrete soprattutto nelle situazioni di disagio, ma anche al fine di mantenere e valorizzare le situazioni di benessere e di agio in tutta la classe.
Va evidenziato che, le esperienze pregresse di corsi di formazione, hanno portato a buoni esiti di intervento da parte degli insegnanti, ma emerge sempre di più la necessità da parte loro di essere guidati e supportati nel corso dell’anno scolastico; così pure il bisogno di intercettare i minori che manifestano problematiche comportamentali e le loro famiglie e proporre percorsi psico-educativi all’interno della scuola.

Da questa necessità nasce l’idea di proporre un percorso multidimensionale che preveda non solo lezione frontale ma anche confronto diretto tra professionisti e docenti.

Abbiamo portato a termine numerosi percorsi formativi sia presso il nostro Centro, sia presso gli istituti di scuola primaria e secondaria di I° e II° grado, raggiunngendo gli obiettivi prefissati di favorire una maggiore comprensione dei problemi comportamentali; avere familiarità con l’utilizzo degli strumenti compensativi; conoscere i limiti e i punti di forza dell’adolescenza; riconoscere e gestire le principali emozioni su di sé e sugli altri; guidare e monitorare gli insegnanti nell’applicazione di strategie per ridurre i comportamenti problema e promuovere quelli funzionali all’interno delle proprie classi; mettere gli insegnanti nella condizione di potenziare le proprie risorse emotive e migliorare la relazione con l’alunno; favorire una didattica che supporti l’apprendimento; migliorare il clima scolastico, migliorando le relazioni tra studenti, tra docenti e studenti, docenti e genitori. In ogni caso viene sempre proposto un progetto tenendo conto delle esigenze formative e basandoci sulle reali esigenze del singolo istituto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.